tellmegen logo

In che modo i miei geni influenzano la malattia di Crohn? 

BLOG TELLMEGEN

La malattia di Crohn è una malattia infiammatoria cronica e autoimmune che si manifesta principalmente nel tratto gastrointestinale in tutta la sua lunghezza. Sebbene la causa principale della malattia di Crohn non sia nota, si sa che esiste una predisposizione genetica a sviluppare un sistema immunitario alterato che può portare alla malattia di Crohn.

Enfermedad de Crohn

Diversi fattori aumentano il rischio di malattia di Crohn, tra cui fattori immunologici, microbiologici, ambientali e genetici. È ormai noto che il fattore più importante è quello genetico. I test genetici possono essere utilizzati per determinare la suscettibilità individuale geneticamente determinata alla malattia di Crohn.

Conoscere l’anamnesi familiare è il primo passo per diagnosticare la malattia di Crohn. I suoi sintomi possono essere confusi con altre malattie, per cui una buona diagnosi è essenziale per trattare la malattia di Crohn. È noto che avere un parente di primo grado affetto da morbo di Crohn aumenta il rischio di morbo di Crohn di 10 volte.

Spesso la storia della famiglia non è nota o non ci sono dati specifici. In questi casi è importante eseguire un test genetico sulla persona sospettata di avere la malattia o su tutta la famiglia per avere informazioni complete. I risultati del test del DNA possono essere utilizzati per determinare la predisposizione genetica alla malattia di Crohn e possono aiutare lo specialista a formulare una diagnosi più accurata.

La malattia di Crohn è una delle cosiddette malattie infiammatorie intestinali, insieme alla colite ulcerosa. Si verifica più spesso nella parte finale dell’intestino tenue e all’inizio del colon. I sintomi sono eterogenei, il che significa che ogni paziente deve essere trattato individualmente.

I sintomi più comuni sono dolori addominali, diarrea prolungata, perdita di peso, ragadi e ulcere. Sono comuni anche sintomi sistemici come malessere, anoressia o febbre. La malattia di Crohn presenta fasi di attività (flares) e inattività (remissione).

Le persone affette da malattia di Crohn hanno generalmente una buona qualità di vita tra una crisi e l’altra e possono condurre una vita normale. Tuttavia, la malattia può aumentare il rischio di sviluppare il cancro al colon. Pertanto, la diagnosi precoce è importante per un follow-up endoscopico annuale ogni 10 anni.

Oggi non esiste una cura per la malattia di Crohn, ma è possibile trattarla per rendere più sopportabili le riacutizzazioni. Esistono trattamenti farmacologici basati sull’alterazione del sistema immunitario. Tuttavia, esistono trattamenti che aiutano a ridurre i sintomi della malattia e a migliorare la prognosi. Si tratta di cambiamenti nello stile di vita, di smettere di fumare nei fumatori, di seguire una dieta sana, di mantenere una corretta idratazione e di praticare regolarmente sport.

Se i risultati di un test genetico indicano che una persona ha una maggiore predisposizione genetica alla malattia di Crohn, si possono influenzare i fattori ambientali che favoriscono lo sviluppo della malattia di Crohn. Sebbene non esista una cura definitiva, modificando alcune abitudini e assumendo i farmaci, è possibile condurre una vita normale con una qualità di vita favorevole.

ACQUISTA ORA!